Personale docente

Sandro De Nardi

Professore associato confermato

IUS/09

Indirizzo: VIA VIII FEBBRAIO 1848, 2 - PALAZZO DEL BO - PADOVA . . .

Telefono: 0498273370

Fax: 0498273857

E-mail: sandro.denardi@unipd.it

  • presso Studio del docente presso il Dipartimento di Diritto Pubblico (1° piano del Palazzo del Bo')
    Il docente riceve il mercoledì, esclusivamente previo appuntamento da concordare per iscritto inviando una e-mail a sandro.denardi@unipd.it


É professore associato confermato di Istituzioni di Diritto Pubblico presso la Scuola di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Padova; insegna altresì Ordinamento giudiziario e forense presso la sede di Padova.

----------------------------------------------------------------------------------------------------

Nel 1991 consegue il diploma di maturità classica presso il Liceo Marcantonio Flaminio di Vittorio Veneto (TV).

Nel 1996 consegue la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Padova.

Nel 2001 consegue il titolo di dottore di ricerca in Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Ferrara.

Nel 2002 consegue il post-dottorato in Diritto Costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova.

Nel 2010 consegue l'idoneità all'insegnamento di Istituzioni di diritto pubblico (IUS/09) in qualità di professore associato: dal 1° ottobre 2010 insegna Ordinamento giudiziario e forense; per l'A.A. 2016/2017 è altresì titolare del Corso di Istituzioni di diritto Pubblico (A-K) presso la sede di Padova della Scuola di Giurisprudenza.

E’ stato docente, su incarico del Consiglio superiore della Magistratura, in corsi di formazione (centrale e decentrata) destinati a magistrati ordinari professionali.

E’ socio della Fondazione ASTRID.

E’ autore di monografie, saggi, articoli (concernenti tematiche di diritto costituzionale, regionale, amministrativo, nonchè di ordinamento giudiziario e forense).

PRICIPALI PUBBLICAZIONI

Monografie

S. DE NARDI, L’ordine giudiziario e il suo prestigio nel procedimento disciplinare, Cedam, Padova, 2002, pp. XII – 251.

S. DE NARDI, La libertà di espressione dei magistrati, Jovene, Napoli, 2008, pp. XVI – 591.


Articoli, saggi, note a sentenza

S. DE NARDI, L’art. 98, terzo comma, Cost. riconosce al legislatore la facoltà non solo di “limitare” bensì di “vietare” l’iscrizione dei magistrati a partiti politici (anche se sono collocati fuori ruolo per svolgere un compito tecnico), in Giur. Cost., n. 6/2009, 5121 e ss.

S. DE NARDI, Profili pubblicistici delle strutture ricettive, delle agenzie di viaggio e turismo, e delle professioni turistiche: problemi e prospettive (nelle regioni ordinarie), in AA.VV. (a cura di L. DEGRASSI – V. FRANCESCHELLI), Turismo. Diritto e diritti, Giuffrè, Milano, 2010, pp. 193 – 302

S. DE NARDI, L’indipendenza, la terzietà e l’imparzialità dei Consiglieri di Stato: profili (costituzionalmente) problematici, in AA. VV. (a cura di P. BONETTI – A. CASSATELLA – F. CORTESE – A. DEFFENU – A. GUAZZAROTTI), Giudice amministrativo e diritti costituzionali, Giappichelli, Torino, 2012, 633-652

S. DE NARDI, Spigolature sul giuramento dei magistrati ordinari, in Giustizia insieme, n. 2-3/2012, 163-178

S. DE NARDI, Abnormità dell’interpretazione e responsabilità del magistrato, in AA. VV., Studi in onore di Claudio Rossano, Jovene, Napoli, 2013, vol. III, 1237-1251

S. DE NARDI, Saranno avvocati: ovvero, sul diritto (anche) degli 'abogados' italiani di essere iscritti nella sezione speciale dell'albo degli avvocati stabiliti, in Dir. Pubbl. Com. Eur., n. 4/2014, 2045-2056

S. DE NARDI, La 'resistenza' della (e nella) magistratura ordinaria all'imposizione di giurare fedeltà alla Repubblica Sociale Italiana, in AA.VV. (a cura di F. CORTESE), Resistenza e diritto pubblico, Firenze University Press, Firenze, 2016, 47-89

Gli Studenti che dapprima si iscrivono ad un appello d'esame e poi decidono di non presentarsi a sostenere la relativa prova sono vivamente pregati di volersi cancellare dalla lista oppure - ove ciò non sia tecnicamente più possibile - di voler inviare una apposita comunicazione e-mail al docente titolare del Corso, all'indirizzo sandro.denardi@unipd.it


Gli Studenti con cognome L-Z che si presentano a sostenere l'esame di Istituzioni di Diritto Pubblico sono invitati ad esibire alla Commissione esaminatrice, prima che abbia inizio la prova scritta, una certificazione rilasciata dalla Segreteria della Scuola di Giurisprudenza che attesti l'avvenuto accoglimento della domanda volta ad ottenere il cambio di canalizzazione.